itenessales@cargomar.it
itenessales@cargomar.it

Merci Pericolose e ISPM15 FAO Fumigazione

Merci Pericolose

Trasporto e regole

Il trasporto delle materie classificate pericolose è regolato da accordi e convenzioni che, su istruzioni di organismi internazionali, come l’ONU, stabiliscono le regole di base, sulla sicurezza del trasporto delle materie pericolose riguardanti i seguenti aspetti:

– definizione e classificazione in classi delle merci pericolose;
– imballaggi ed etichettatura delle materie pericolose;
– attrezzature per il trasporto;
– movimentazione delle merci pericolose;
– ammissione ed esclusione al trasporto di determinate merci pericolose.

Le raccomandazioni ONU hanno permesso di elaborare i regolamenti internazionali per tutti i modi di trasporto delle materie pericolose, che sono:

* RID (Reglement concernant les transport international ferroviaires des marchandises dangereuses), relativa al trasporto ferroviario di merci pericolose.

* ADR (Accord europeen relatif au transport international des merchandises dangereuses par route – European agreement concerning the international carriage of dangerous good by road), accordo che regola il trasporto delle merci pericolose su strada con validità operativa dal 1° luglio 2013.

* IMDG (International maritime dangerous goods code) e MARPOL (International convention for the prevention of pollution from ships), regolano il trasporto marittimo delle merci pericolose.

* ICAO (Tecnical instructions for the safe transport of dangerous goods by air), contiene le norme relative al trasporto aereo delle merci pericolose.

* ADN riguarda il trasporto in acque interne di merci pericolose.

Qeusti tipi di trasporto di merci classificate pericolose richiede maggior competenza e conoscenza, per i potenziali danni che le merci stesse possono arrecare a persone e cose.
Vogliamo essere al vostro fianco in tutte le fasi, dalla preparazione al trasporto per poter assicurare la maggiore tutela alle merci oggetto del trasporto.

La compatibilità di merci diverse classificate pericolose nell’ambito del trasporto è convenzionalmente riprodotto attraverso tabelle che configurano la possibile coesistenza di merci pericolose diverse all’interno dello stesso mezzo di trasporto.
La tabella di seguito mostra le compatibilità tra le varie classi di merci pericolose.
Poiché le proprietà delle sostanze, dei materiali o degli oggetti all’interno di ciascuna classe possono variare notevolmente, l’elenco merci pericolose dovrà essere sempre consultato per disposizioni particolari e, nel caso di conflitto di disposizioni, queste prevalgono sulle disposizioni generali. La separazione tiene conto anche di una sola etichetta di rischio sussidiario.

Classificazione Pericolosità Merce IMO

Simboli della classificazione

Tabella compatibilità Merci Pericolose

ClasseDescrizione
2.1
2.2
2.3
3.1
3.2
3.3
4.1
4.2
4.3
5.1
5.2
6.1
8
9
2.1Gas infiammabile compresso
C
C
C
NC
NC
NC
C
NC
NC
C
NC
C
2.2Gas non infiammabile compresso
C
C
C
NC
C
NC
C
C
NC
C
NC
C
2.3Gas velenoso
C
C
C
NC
C
NC
C
NC
NC
C
NC
C
3.1/3.2/3.3Liquidi infiammabili
NC
NC
NC
C
C
NC
NC
NC
NC
C
C
C
4.1Solidi infiammabili
NC
NC
C
C
C
NC
C
NC
NC
C
NC
C
4.2Autocombustione
NC
NC
NC
NC
NC
C
NC
NC
NC
NC
NC
C
4.3Pericoloso quando bagnato
C
C
C
NC
NC
NC
C
NC
NC
NC
NC
C
5.1Agenti ossidanti
NC
C
NC
NC
NC
NC
NC
C
NC
NC
NC
C
5.2Agenti organici
NC
NC
NC
NC
NC
NC
NC
NC
NC
NC
NC
C
6.1Veleni
C
C
C
C
C
NC
C
NC
NC
C
NC
C
8Corrosivi
NC
C
C
C
NC
NC
NC
NC
NC
C
C
C
9Merce pericolosa varia
C
C
C
C
C
C
C
C
C
C
C
C

Legenda: C=Compatibile NC=Non Compatibile

Documentazione per il Trasporto di Merci Pericolose

ADR for Dangerous Goods

1 - Documentazione per il Trasporto Stradale

Shipper's Declaration for Dangerous Goods

2 - Documentazione per il trasporto aereo

IMDG - International Maritime Dangerous Goods Code

3 - Documentazione per il Trasporto Marittimo

Fumigazione ISPM15 FAO

International Standards for Phytosanitary Measures N° 15

International Standards For Phytosanitary Measures N° 15 – è un protocollo per la prevenzione del diffondersi a livello planetario dei parassiti che si annidano nel legno, sottoscritto a Roma nel marzo 2002 da numerosi paesi.

Tutti gli imballaggi in legno devono essere sottoposti a trattamento ISPM15 FAO; segati grezzi, pallets nuovi e usati, collars, gabbie, casse, imballaggi per prodotti enologici ed ortofrutticoli, bobine, basamenti, supporti, selle, skid ed i materiali di legno per lo stivaggio (pagliolo).
Il protocollo ISPM15 FAO prevede che detti materiali vengano trattati in apposito forno HT, all’interno del quale viene portata la temperatura del legname a circa 60 gradi per 32 minuti.

La norma ISPM15 FAO esclude da tale obbligo i materiali a base di legno, realizzati con una lavorazione: compensati, OSB, lana di legno, segatura, trucioli e simili, in particolare legno grezzo tagliato in pezzi con spessore minore  ai 6 mm. La norma ha definito che un marchio deve essere apposto sugli imballi trattati in modo da identificare il responsabile del trattamento.

ATTENZIONE: non è obbligatorio l’utilizzo di imballaggi marcati e trattati ISPM 15 FAO per le spedizioni all’interno dell’UE, con esclusione degli imballaggi provenienti dal Portogallo.

Cargomar

Di seguito la lista dei paesi che hanno sottoscritto il protocollo ISPM15 FAO:
Albania, Algeria, Arabia Saudita, Argentina, Australia, Austria, Azerbaijan,
Bahamas, Bangladesh, Barbados, Belgio, Belize, Bhutan, Bolivia, Brasile, Bulgaria, Burkina Faso,
Cambogia, Canada, Capo Verde, Cile, Cipro, Colombia, Costa Rica, Croazia, Cuba,
Danimarca,
Ecuador, Egitto, El Salvador, Emirati Arabi Uniti, Eritrea, Estonia, Etiopia,
Federazione Russa, Filippine, Finlandia, Francia,
Germania, Ghana, Giamaica, Giappone, Giordania, Grecia, Grenada, Guatemala, Guinea Equatoriale, Guinea, Guyana – Haiti,
India, Indonesia, Iran, Iraq, Irlanda, Isole Solomon, Israele, Italia,
Jamahiriya – Kenia, Korea del Sud,
Laos, Libano, Liberia, Libyan-Arab, Lituania, Lussemburgo,
Malawi, Malaysia, Mall, Malta, Marocco, Mauritius, Messico, Moldavia,
Nicaragua, Niger, Nigeria, Norvegia, Nuova Zelanda,
Olanda, Oman,
Pakistan, Panama, Papua Nuova Guinea, Paraguay, Perù, Polonia,
Regno Unito, Repubblica di Cina, Repubblica Ceca, Repubblica Dominicana, Romania,
Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Slovenia, Spagna, Sri Lanka, St. Kitt & Nevis, St. Vincent & The Grenadines, Stati Uniti d’America, Sud Africa, Sudan, Suriname, Svizzera,
Thailandia, Togo, Trinidad & Tobago, Tunisia, Turchia,
Ungheria, Unione Europea, Uruguay,
Venezuela – Yemen – Zambia.

Sottoscrivi!

Iscriviti alla nostra mailing list
riceverai direttamente nella tua casella di posta elettronica le nostre proposte, le nostre promozioni, aggiornamenti sui nostri servizi e le notizie del mondo dello shipping.

Le Nostre Sedi

Cargomar – Napoli Head Office
IT-80147 Napoli Via Provinciale
Botteghelle di Portici 242
Tel: +39 081 5846569 
Tel: +39 081 7593295

Cargomar Milano
IT-20090 Segrate Milano
Via Cassanese 224 Palazzo Caravaggio
Tel: +39 02 2138851
Tel: +39 02 2137042

Cargomar Caserta
IT-81024 Maddaloni CE
Interporto Sud Europa
Tel: +39 0823 1833740
Tel: +39   320 9647741

Cosa facciamo

Offriamo una vasta gamma di soluzioni di trasporto e logistica integrate funzionalmente con le esigenze della vostra azienda.
I nostri team sono sempre disponibili a offrire soluzioni personalizzate per il corretto funzionamento della catena di fornitura.
Contattaci per conoscere i nostri servizi: Sales@cargomar.it

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

GDPR

  • Cookies Policy

Cookies Policy