I vettori investono di più nella supply-chain USA.

La crisi COVID e l’impennata delle importazioni negli Stati Uniti hanno aumentato i ricavi dei carrier marittimi e spinto alcuni di loro ad investire nella supply chain, per “avvicinarsi ai propri clienti”, come sostenuto da Ulrik Sanders, amministratore delegato e partner senior di The Boston Gruppo di consulenza di Copenaghen alla conferenza marittima transpacifica a Long Beach.
Sanders ha affermato che questo tipo di investimento dei carrier nelle attività di filiera “non è nuovo”, e ha l’accelerazione della tendenza è dovuta all’aumento dei ricavi dei vettori marittimi negli ultimi due anni. Questi investimenti includono terminal, trasporto merci su rotaia e su strada, e-commerce. I leader del settore sono stati Maersk e COSCO.

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

GDPR

  • Cookies Policy

Cookies Policy