PALLANUOTO – CAMPIONATO DI SERIE B – PLAYOUT

Pallanuoto – Campionato di Serie B – PLAYOUT

Playout, La CARGOMAR RARI NANTES travolge il GP MODUGNO.

Cargomar Rari Nantes Napoli-Gp Modugno 11-5
I napoletani vincono 11-5, serie sull’1-1. Marsili: “Ora dobbiamo completare l’opera”
Cargomar Rari Nantes Napoli: Vassallo, Casieri, Nina 1, Truppa 2, Severino, Paganelli 1, Giamundo, Ciniglio, Gregorio 3, Mattiello 4, Autiero, Cantarell, Caria. All. Marsili
Gp Modugno: Orsi, Sifanno, Pascazio, Ficarelli, Diegone, Lorusso, Longo, Concina 2, Caringella 1, Corallo, Del Core, Diana 2, Basile. All. Carbonara
Arbitri: Baretta e Ibba

Napoli – Nel momento più delicato della stagione, la Cargomar Rari Nantes tira fuori l’orgoglio, il carattere, la sostanza. È una prestazione fantastica, di grande attenzione e solidità, a consentire ai napoletani di stravincere gara-2 dei playout contro il Modugno. Questa volta il dominio in vasca viene capitalizzato a dovere dalla formazione di Marsili, che non ripete gli sprechi della prima partita e porta a casa un successo netto, perentorio, assolutamente meritato. Per stabilire chi tra pugliesi e partenopei retrocederà in C ci sarà dunque bisogno della bella, in programma sabato prossimo a Bari.

Rari Nantes bella e concreta sin dai primi minuti. La squadra di casa è anche fortunata nell’azione che sblocca il risultato, quando una deviazione di un difensore manda fuori causa il portiere Orsi su tiro di Mattiello. Il numero 10 napoletano si ripete poco dopo con una palombella deliziosa, poi è Truppa a siglare il momentaneo 3-0 da due passi. In chiusura di primo tempo si sblocca anche il Modugno, che va a segno con Concina in superiorità numerica. È nel secondo periodo che la Cargomar prende il largo. Gregorio comincia il suo show (3 reti) con la conclusione vincente del 4-1, poi è Paganelli con l’uomo in più a battere Orsi. Ancora Gregorio e quindi Truppa portano la Rari a +6 (7-1). A metà gara si arriva sull’8-2 per effetto delle reti di Caringella in superiorità numerica e di Mattiello, autore di un’altra palombella strappa applausi. Nel terzo parziale i ritmi calano. La squadra napoletana allunga ancora con Nina, cui replica poco dopo Diana. È il solito Mattiello a firmare la quarta marcatura personale in chiusura di frazione (10-3). Nell’ultimo tempo l’obiettivo numero uno dei pugliesi diventa quello di provocare gli avversari e la missione riesce alla perfezione: Giamundo e Gregorio, infatti, rimediano due espulsioni definitive che ne mettono a rischio la presenza in gara-3. Finisce 11-5, tutti i discorsi sono rinviati alla terza sfida della serie.

“Con questa partita abbiamo dimostrato tutto il nostro valore, visto l’esito beffardo di gara-1 abbiamo fatto bene a rammaricarci per l’occasione sprecata”, sottolinea coach Elios Marsili. “Adesso dobbiamo solo completare l’opera. Vogliamo fortissimamente salvarci e lo faremo sabato prossimo a Bari. Peccato per le espulsioni rimediate nel finale, abbiamo assistito ad una inedita serie di ‘sceneggiate baresi’ che spero non ci costino troppo caro. Faremo immediatamente ricorso per Giamundo e per Gregorio”.