Grande impresa della Cargomar Rari Nantes Napoli

Rari_Basilicata

Grande impresa della Cargomar Rari Nantes Napoli.

Napoli – La formazione di Elios Marsili regola con un perentorio 9-3 il Basilicata 2000, quarta forza del campionato, e si rilancia prepotentemente nella lotta per evitare i playout. Prestazione ai limiti della perfezione per il sette luciano, contro un avversario privo di alcuni titolari ma pur sempre capace di schierare in vasca autentici lussi per la categoria. A sottolineare la bella prova della Rari, un dato su tutti: zero i gol incassati da Rotondo in dieci situazioni con l’uomo in più per il Basilicata.

Ad aprire le marcature nel primo tempo ci pensa Gregorio, bravo a concludere efficacemente una veloce controfuga. Il 2-0, con cui si chiude la prima frazione, porta la firma di Cantarelli, autore di un tiro velenoso che sorprende Perfetto. In avvio di secondo tempo Casieri in diagonale realizza il 3-0, ma nell’azione successiva Bruschini realizza la prima rete per la formazione di Silipo. Bisogna aspettare il terzo tempo per ammirare altri gol. Paganelli con una deliziosa palombella riporta la Cargomar a +3, Marlino all’ultimo secondo pesca tira fuori il jolly che riaccende le speranze del Basilicata (4-2). Nell’ultimo tempo i potentini si portano a -1, ancora con una magìa di Bruschini. Nel momento più difficile, è Severino a suonare la carica con una beduina d’alta scuola che riporta la Rari Nantes a +2 (5-3). Il finale è tutto di marca partenopea. Di Iorio in superiorità numerica trova il gol del 6-3, poi una nuova prodezza di Paganelli ed altre due realizzazioni di Di Iorio fissano il punteggio sul definitivo 9-3.

“Nelle valutazioni su questa partita bisogna tener conto del fatto che il Basilicata era privo di diversi giocatori di spessore, in primis di Varriale che reputo uno dei migliori giocatori del campionato”, ammette a fine gara coach Marsili. “Detto questo, siamo stati bravi a portare a casa tre punti d’oro. Mi auguro possano rappresentare una bella iniezione di fiducia per tutti. Dobbiamo credere nella salvezza, oggi più che mai siamo convinti di poterla centrare anche evitando i playout”. La chiave di volta per il tecnico della Rari Nantes è stata “l’efficacia difensiva. Abbiamo subito soltanto tre reti in tutta la partita, di cui nessuna nelle situazioni con l’uomo in meno. L’avevo detto, con il girone di ritorno sarebbe iniziato il nostro campionato. Adesso non dobbiamo fermarci: se giochiamo sempre con questa intensità, con questa grinta, con questa applicazione ce la facciamo”.

Il calendario propone per sabato prossimo il derby contro la Cesport, poi cinque confronti diretti: la rimonta salvezza della Cargomar Rari Nantes Napoli è appena cominciata.